Che bella rivincita per il nostro Molise! Da "regione che non esiste" a "meta imperdibile del 2020"

Il Molise incoronato tra le mete da visitare nel 2020 dal New York Times (Foto di Luca Ianiri, Colletorto)

Moltissimi al Mondo sognano di vivere negli Stati Uniti e, di questi, la maggior parte sogna proprio di andare a vivere nella Grande Mela. Ma vi siete mai chiesti cosa sognano di visitare i newyorchesi e cosa desiderano vedere quando vengono in Europa? In Europa, non lo sappiamo, ma in Italia sicuramente.


Se state forse pensando alle gettonatissime Napoli, Roma, Milano, Firenze o Venezia, allora state prendendo un grosso abbaglio.

Se andate in Italia, andate a visitare il Molise.

È questo il suggerimento del New York Times, che ha inserito la nostra piccolissima regione al 37° posto tra le 52 destinazioni imperdibili per il 2020


Vi mettiamo il link al termine di questo pezzo, pertanto non vogliamo spoilerare troppo. Però, ci pensate? Il New York Times che consiglia di andare in Molise, mica la Gazzetta della Martesana, settimanale comunque di tutto rispetto e con un certo prestigio e che potrebbe consigliare anch'essa una meta come il Molise.


Finora, la fama della nostra regione non era proprio un granché. Vi ricorderete sicuramente la storia del «Il Molise non esiste», e del fatto che siamo detentori di tanti record negativi su turismo, natalità, disoccupazione e spopolamento. Siamo stati spesso ignorati se non derisi, e questa è la nostra rivincita!


Articoli Correlati:

> Leggi anche: Dall’Olio evo sopraffino alla Tintilia: Cose che non esistono non esistendo il Molise


Eh sì, gli italiani un po' lo snobbano o ne sottovalutano gli aspetti legati al turismo, anche se ultimamente ha avuto luogo una riscoperta della nostra regione, a prescindere dal quotidiano statunitense, il quale ama molto consigliare mete insolite.


Pertanto, se amate le mete insolite, il Molise fa proprio per voi. Una terra vicina può essere più vicina e in un certo senso più esotica di una lontana. Una volta sono arrivato in una città ungherese di cui non ricordo neppure il nome e per me è più insolita ed esotica di Messico e Maldive. Il Molise ha tutte le carte in regola per rientrare in questa categoria, di attrarre un turismo di nicchia, ma con il vantaggio di avere un nome di cui ci si ricorda, lui e i suoi comuni.


Quattro motivi per andare in Molise


Dei motivi per cui uno dovrebbe andare in Molise abbiamo parlato in un post di qualche tempo fa. Ricapitolando velocemente, possiamo suddividerli in quattro categorie, che spesso si mischiano.

  1. Le persone, Ci riferiamo a storia, tradizione e curiosità, dagli insediamenti degli uomini primitivi ai croati, passando per i bisnonni di De Niro.

  2. Il paesaggio, sia quello naturale, sia quello umano. Basti pensare a Termoli, bella cittadina dal bel centro storico dove si può andare sia per il mare sia per attrazioni come il Castello Svevo.

  3. La cucina, che utilizza ingredienti di mare e ingredienti di terra, essendo il Molise una terra di costa e di colline. In alcuni casi si sente l'influenza croata.

  4. L'olio. Sì, lo sappiamo, avremmo potuto metterlo sotto la voce "cibo", ma siamo pur sempre un'azienda che produce olio extravergine d'oliva e dovevamo metter in evidenza in qualche modo quello che facciamo. Poi, noi a parte, l'olio extravergine d'oliva molisano è uno degli oli migliori d'Italia. Di più: un'eccellenza italiana.


Articoli Correlati:

> Leggi anche: Croati e Molise, legati (anche) da un filo d'olio extra vergine

> Leggi anche: Colletorto, tra Olio EVO e Ultima Cena (ma non si mangia solamente)


La fine del Molise?


In tutto questo ecco qualcosa che stride: le parole del molisano vivente più famoso. Ci riferiamo all'ex Pm Antonio Di Pietro, che ha auspicato un ricongiungimento tra Molise e Abruzzo. Senza entrare in considerazioni di merito politico-costituzionale e senza chiedere a molisani e abruzzesi se si sentano accomunati da qualcosa, è curioso che questa dichiarazione sia arrivata proprio in questo momento di "Renaissance" di questa regione.


Pensandoci un attimo questo potrebbe essere un motivo in più per andare in Molise. Volete mettere poter dire di essere stati tra gli ultimi a visitare il Molise, prima che si unisse di nuovo con l'Abruzzo?


PS. Nell'altro articolo ho parlato del cuoco israeliano di Quattro Ristoranti che ha scelto il Molise come terra d'adozione? Si vede che la nostra è una terra che piace tanto agli stranieri!

Articoli Correlati:

> Leggi anche: 52 Places to go in 2020 (versione in Italiano disponibile in questo link)

> Leggi anche: Dall’Olio evo sopraffino alla Tintilia: Cose che non esistono non esistendo il Molise

8 views

©2020 by TIMPERIO.  Tutti i diritti riservati